it » Sala-Stampa » Archivo Dettaglio

SALA STAMPA

ROMA CAMPIONE D'ITALIA PRIMAVERA TIM
12/06/2011

ROMA CAMPIONE D'ITALIA PRIMAVERA TIM

La Roma batte il Varese per 3-2 dopo i tempi supplementari e si laurea Campione d'Italia conquistando il Campionato Primavera TIM - Trofeo "G. Facchetti". 

Cronaca:
A Pistoia davanti a 3.000 spettatori si contendono il titolo di Campione d'Italia due formazioni che hanno vinto i rispettivi Gironi dominando la stagione regolare. I giallorossi nella Fase Finale hanno eliminato il Milan e il Genoa, i biancorossi la Juventus e la Fiorentina. Stesso modulo delle gare precedenti per le due formazioni, la Roma col 4-2-3-1 e il Varese col 4-4-2. Ragazzi di Mangia privi dei tre espulsi nella gara con la Fiorentina, Scialpi, Marchi e Ferreira. La prima occasione della gara capita sui piedi del capitano giallorosso Florenzi, che dal limite dell'area calcia in diagonale rasoterra trovando il palo alla destra di Micai. Il Varese passa in vantaggio al 18' con Lazaar che in stacco di testa su cross di Jadilson supera con una perfetto pallonetto Pigliacelli. Mister De Rossi prova a replicare invertendo i due esterni d'attacco, portando Caprari ad offendere sulla destra e Dieme a dinistra. La Roma con azioni manovrate prova ad impensierire Micai, il Varese punge in contropiede con la rapidità del duo Pompilio-De Luca. Il Varese rimedia due cartellini gialli per falli su Dieme, prima steso da Serrano Gonzalez sulla fascia e poi da Miceli al limite dell'area. Sulla punizione di Ciciretti la barriera devia in angolo per il primo tiro dalla bandierina dei giallorossi, battuto senza creare problemi alla retroguardia del Varese. Allo scadere del primo tempo il Varese mette ancora il naso nell'area giallorossa, sempre con Pompilio e De Luca che triangolano tra loro per tre volte con conclusione del numero 10 che impegna Pigliacelli a terra. Allo scadere Montini di testa su cross di Sabelli sfiora il pareggio. Si va al riposo dopo 1 minuto di recupero con il Varese in vantaggio grazie al gol di Lazaar. Partita piacevole con le squadre che si affrontano a viso aperto. Pronti via e la Roma pareggia al secondo minuto con Montini, che raccoglie dal limite una corta respinta di testa della difesa biancorossa scaricando un velenoso rasoterra che sorprende Micai. Il Varese replica al sesto con Serrano, il cui tiro a girare termina di poco fuori. La Roma risponde con Caprari che dalla distanza costringe Micai in angolo. Dalla bandierina Antei svetta di testa e indirizza verso la destra del portiere del Varese, sulla traiettoria interviene Montini che deposita in rete, ma il guardalinee segnala l'off-side del centravanti giallorosso. Siamo al quarto d'ora e non mancano emozioni e occasioni. La Roma rimedia due cartellini nel giro di tre minuti, prima Montini per proteste, poi Viviani per un fallo a centrocampo. A dieci dal termine il Varese si riporta avanti. Pompilio sfrutta un'ingenuità della difesa giallorossa e si presenta solo davanti a Pigliacelli, scartandolo e depositando nella porta sguarnita. De Rossi inserisce subito Piscitella e Verre per Ciciretti e Caprari e tenta il recupero nei dieci minuti rimanenti. L'assedio della Roma produce due occasioni in sequenza. La prima con Florenzi di testa che sfiora il palo, la seconda con Piscitella che impegna Micai in una deviazione di piede. Il portiere del Varese a tre dal termine compie una splendida parata su Politano. Sembra finita, ma questa fase finale del Campionato Primavera ci ha abituato alle sorprese dell'ultimo minuto. E come in Atalanta-Fiorentina nei Quarti e in Fiorentina-Varese in Semifinale gli ultimi 60 secondi diventano decisivi. Angolo di Viviani, uscita a vuoto di Micai e Montini realizza la doppietta portando i suoi al pareggio. Non c'è neanche il tempo di riprendere il gioco e si va ai supplementari sul risultato di 2-2.

Supplementari:
Si parte e la Roma pare più fresca del Varese, reduce dalla maratona in 8 contro 11 nella Semifinale contro la Fiorentina. I giallorossi collezionano calci d'angolo, senza però impensierire Micai. Mangia effettua l'ultimo cambio a disposizione mandando sul terreno di gioco Romanini al posto di Lazaar. A provarci per i biancorossi ci prova Barberis dalla distanza, con Pigliacelli che controlla il pallone che sfila alla sua sinistra. Al primo minuto di recupero la Roma per la prima volta passa in vantaggio. Azione personale di Dieme che penetra in area e crossa dalla sinistra, Montini al volo di sinistra realizza il terzo gol personale, il quinto in queste gare della Fase Finale. I primi 15 di recupero terminano sul 3-2 per la Roma.
Quindici minuti al termine di una gara emozionante. Il Varese ci prova senza i suoi attaccanti sostituiti nel corso della partita, la Roma amministra col possesso palla il tempo rimanente. Non accade più nulla negli ultimi quindici, già tantissimo era accaduto prima, e la Roma conquista il titolo di Campione d'Italia per la stagione 2010-2011. Settimo titolo nella storia della Società giallorossa, che torna a vincere lo scudetto Primavera dopo 6 anni dall'ultimo successo, sempre con De Rossi in panchina. 

Finale bellissima, onore ai vinti e complimenti ai vincitori. Due grandi squadre, due ottimi allenatori, con molti ragazzi sicuri protagonisti del nostro calcio nei prossimi anni.


Bacheca


Match Report PDF