Serie A TIM

ANCELOTTI: "DOMANI CI GIOCHIAMO TANTO"

Carlo Ancelotti ha incontrato i giornalisti alla vigilia del match di campionato con l'Hellas Verona, in programma domani, alle 18, allo stadio San Paolo.

"Siamo tutti consapevoli che dobbiamo vincere. Non è sicuramente una questione di vita o di morte, ma ci giochiamo tanto domani e so che la squadra risponderà in pieno. Mi aspetto di vedere una grande prestazione domani. Non ho mai avuto dubbi sulla qualità della mia rosa. Può darsi ci sia mancata personalità qualche volta, ma sono aspetti che vanno migliorati tutti insieme da squadra".

Sulle parole di De Laurentiis: "Ho ascoltato il Presidente e le sue dichiarazioni sono dettate dal cuore. Sono contento che abbia questa fiducia e sono fleice abbia sgombrato il campo da spifferi e chiacchiere sentite in questi giorni. Ciò che conta adesso, però, è guardare avanti e tornare a vincere. La partita di domani è importantissima e ci dà la possibilità di prendere tre punti per rilanciare il nostro cammino".

Su Insigne: "La situazione di Lorenzo è semplice e per nulla complicata. Ha disputato un bellissimo inizio di stagione, poi ha avuto una flessione e ho deciso di preservarlo. Lorenzo è fondamentale quando è sereno, allegro e quando conferisce grande carica alla squadra come lui sa fare. E' meno efficace quando è ombroso perchè non riesce a tirar fuori il massimo dalle proprie potenzialità".

Sul ruolo di Lozano: "Per me lui è un calciatore che non avevamo in rosa, sa puntare la porta e attaccare la profondità. Certamente deve abituarsi al nostro calcio e la squadra deve abituarsi ai suoi movimenti".

Domani Milik potrebbe partire dall'inizio: "Sinora Arek è uno dei pochi che non è entrato nelle rotazioni perchè è stato infortunato ad inizio stagione. Sento dire che io non l'ho impiegato abbastanza, ma non è certo una mia colpa. Ora sta bene e penso possa dare il suo contributo da qui in avanti".

(Foto Getty Images)

www.sscnapoli.it



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: