Serie A TIM

CONTE: "CON IL BELGIO TEST IMPORTANTE PER L’EUROPEO"

Prima uscita da leader del Ranking FIFA per il Belgio, prima uscita da promossa in testa al girone al Campionato Europeo per l’Italia. E’ tempo di amichevoli, in questo caso di lusso. Novanta minuti che propongono sulla carta emozioni a tutti i livelli, dal ritorno nello stadio dell’Heysel - oggi “Re Baldovino” - teatro 30 anni fa di una grande tragedia, alla sfida tra due nazionali che hanno percorso strade diverse come ha sottolineato, nella conferenza stampa della vigilia, lo stesso Antonio Conte:

"Ci aspetta una bella partita, importante, contro una squadra che oggi è una delle favorite per la vittoria degli Europei. Il Belgio ha giocatori di grande talento, è arrivato terzo al recente Mondiale U17, onore a loro che sono riusciti a crearsi in poco tempo un serbatoio dalle giovanili alla prima squadra".

"Stiamo preparando un Europeo e siamo alla vigilia di una gara importante, ci vogliamo testare anche con i migliori. Cercheremo di fare del nostro meglio, qualsiasi cosa accada non dovremo né esaltarci nè abbatterci, ma capire cosa stiamo facendo, dove stiamo arrivando e cosa possiamo fare. Sarà un’amichevole tra virgolette, loro saranno animati grande furore perché comunque affrontano un’Italia che ha una storia importante. Personalmente mi aspetto di testare alcune situazioni, anche tattiche, proprio in vista dell’Europeo. Al di là del risultato che è fine a sè stesso anche se conta, quello che vogliamo fare è giocare a calcio. Poi se il Belgio si dimostrerà più forte di noi sul campo, ne prenderemo atto. Sono molto contento dei giocatori fin qui convocati, tutti hanno mostrato sempre grande disponibilità. Se vogliamo fare cose straordinarie, lo ripeto, abbiamo bisogno di uomini e di calciatori straordinari. Questo è il mio credo e lo porto avanti".

"Stiamo cercando di formare una Nazionale che sappia superare i momenti di difficoltà. La mia carriera mi ha insegnato che questi li superano prima gli uomini piuttosto dei calciatori. Queste sono partite che servono per aggiungere alle certezze delle alternative valide in vista di un torneo in cui puoi convocare due giocatori per ruolo, oltre a 3 portieri. Nelle ultime due partite avevano fatto benissimo Verratti, Parolo e anche Soriano, Montolivo e Florenzi contro la Norvegia. Sono test importanti e servono a non sbagliare le scelte per avere una rosa di 23 che possono sopportare un Europeo o un Mondiale. La scelta è fondamentale, fa tanto, forse tutto”.

(Foto LaPresse)

www.figc.it



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: