Coppa Italia

CONTE: "UN'OTTIMA RISPOSTA DA PARTE DI TUTTI"

Non fallisce l'appuntamento con il primo impegno nella Coppa Italia 2019-2020 l'Inter di Antonio Conte, che batte 4-1 il Cagliari a San Siro nel match valido per gli Ottavi di Finale della competizione. Doppietta di Lukaku, reti di Borja Valero e Ranocchia: nel prossimo turno i nerazzurri affronteranno la vincente della sfida tra Fiorentina e Atalanta al "Meazza".

"Sono molto soddisfatto, c'è stata sicuramente un'ottima risposta da parte dei ragazzi, anche da chi ha giocato meno ultimamente e da chi rientrava - ha commentato il tecnico nerazzurro nel post partita -. Sono contento per Barella, che sta recuperando dopo l'infortunio e oggi è tornato dal primo minuto, per lo stesso Sanchez, che è un giocatore importante per noi e piano piano ritroverà la migliore condizione. Sono felice anche per Borja Valero, che si è confermato ancora una volta, per Lazaro, Dimarco e Ranocchia che hanno avuto meno occasioni finora ma hanno fatto davvero una bella prestazione". 

"Con questo gruppo c'è sintonia, sono ragazzi perbene che hanno voglia di fare. Sono contento di lavorare con loro. Abbiamo concluso un girone d'andata importante in campionato, abbiamo conquistato 46 punti nonostante le difficoltà, che ci hanno fortificato e responsabilizzato. Il girone di ritorno non sarà semplice ma noi abbiamo iniziato un percorso e vogliamo continuare a crescere, mantenendo la giusta pazienza nell'assimilare il tutto". 

Una battuta anche su Lukaku, ancora decisivo con i suoi gol: "Sapete che non mi piace parlare troppo dei singoli - ha precisato mister Conte -. Romelu sta dimostrando la sua forza e ha ancora margini di miglioramento. Come lui, anche Lautaro, Esposito e Sanchez. La cosa più importante è la disponibilità che dimostrano sempre questi ragazzi, che hanno sposato dall'inizio l'idea di calcio che vogliamo proporre. Ci sono ancora margini per migliorare, soprattutto nella fase di pressing, ma ci stiamo lavorando e mi conforta il fatto di avere un gruppo recettivo". 

(Foto Getty Images)

wwwinter.it



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: