Serie A TIM

D'AVERSA: “SPORTIVAMENTE SARÁ UNA BATTAGLIA”

Alla vigilia del match tra Spal e Parma in programma domani alle 15 a Ferrara, il tecnico crociato Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del Centro Tecnico di Collecchio.

"Sportivamente sarà una battaglia, dovremo essere pronti a 95 minuti di tra virgolette di guerra, il risultato è fondamentale per noi e per loro. Per noi il risultato è importante più che per loro, dobbiamo ragionare in questa maniera. Veniamo da risultati positivi ma questo non deve farci cambiare modo di interpretare le gare, anzi: quando c’è una vittoria si ragiona si quel che fatto per ottenerla, il nostro dna deve essere fatto di un lavoro quotidiano e portare in campo la voglia e la determinazione che mettiamo in allenamento e da questo punto di vista i ragazzi mi stanno stupendo fin dal ritiro. Non ragioniamo alla settima giornata sul fatto di avere meno convinzione perchè veniamo da due risultati consecutivi, dobbiamo lottare in ogni singola gara per ottenere la salvezza”.

Sulla Spal: "Loro scenderanno in campo per vincere, sono bravi ad aggredirti in avanti e in fase d’attesa è una squadra compatta, sta a noi ragionare sul fatto di essere bravi quando abbiamo la palla perchè ci vorranno aggredire da subito e tecnicamente dobbiamo fare una gara pulita, quando trovi una squadra brava a pressarti è fondamentale non dargli coraggio: dobbiamo essere bravi quando abbiamo la palla noi a giocare con equilibrio e pazienza, quando hanno palla loro dobbiamo essere determinati e cattivi, per noi il risultato di domani è importantissimo”.

Sulla formazione: “Laurini e Darmian non faranno parte della partita, Matteo non ha recuperato e rientra dopo la sosta, per il resto sono tutti convocati. In quel reparto ho cinque giocatori, farò valutazioni, Iacoponi ha già fatto il terzino destro e per quello sono tranquillo. Cambiare il sistema? Credo manchi il quinto per giocare con la difesa a tre, ma indipendentemente dal sistema conta l’interpretazione della gara, in diverse gare sotto l’aspetto tattico abbiamo cambiato diverse, quello che conta è ciò che ci ha portato a fare dei risultati positivi, ovvero il modo in cui le abbiamo affrontate".

Su Gagliolo e Cornelius: “Siamo contenti tutti per Gagliolo, è una soddisfazione enorme, chiunque inizia fin da piccolo ha l’obiettivo di andare in Nazionale, con determinazione  e lavoro c’è la possibilità per tutti di farlo. Cornelius è un giocatore importante, avere difficoltà su chi scegliere in avanti fa sempre piacere sia per le scelte iniziali che per i cambi durante la gara, quando si può avere difficoltà numerica come in difesa non si ha questo problema ma preferirei averlo, perchè questo è importante per la qualità degli allenamenti; pur giocando meno Andreas si è sempre allenato al 100%“.

(Foto Getty Images)

www.parmacalcio1913.com



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: