Coppa Italia

D'AVERSA: “VOGLIAMO PASSARE IL TURNO”

Il tecnico dei crociati Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del Centro Tecnico di Collecchio, per parlare della sfida di domani, valevole per gli Ottavi di Finale di Coppa Italia, tra Parma e Roma alle 21.15 al Tardini (diretta Rai 2).

Non mi piace parlare di turnover, perchè spesso e volentieri i dubbi me li porto fino alla fine: meriterebbero di giocare tutti. Sicuramente domani chi scenderà in campo dovrà fare di tutto per cercare di passare il turno, considerando il fatto che si gioca contro una squadra forte come la Roma”.

Sui singoli: “Gervinho nella sua gestione era già programmato facesse parte della gara di lunedì sera per un quart’ora o massimo venti minuti, per poi riportarlo alla gara contro la Juventus di domenica, è una questione di carichi dovuti al fatto che è rientrato da un infortunio. Grassi non è tra i convocati, poi per il resto sono tutti disponibili, chiaramente ragionando sul fatto che qualcuno non potrà fare tre partite in una settimana le scelte definitive saranno fatte anche in base a quello, considerando che ci sarà comunque la volontà di passare il turno anche se di fronte abbiamo una squadra forte come la Roma. Ma la nostra volontà è quella di cercare di passare il turno”.

Sugli avversari: “La Roma è una squadra che predilige giocare molto, fa del possesso maglia la propria arma migliore come abbiamo già visto in campionato; ha delle qualità importanti nei singoli, quindi dovremo essere bravi ad affrontarla sia dal punto di vista della compattezza di squadra e ragionare su quelli che possono essere i pregi e i difetti laddove si presentino dei difetti, sono quelle gare nelle quali noi dobbiamo cercare di fare la migliore prestazione possibile, sperando che dall’altra parte ci sia qualche difficoltà“.

I crociati si sono imposti per 2-0 (gol di Sprocati e Cornelius) nella sfida di Campionato, giocata lo scorso 10 novembre al Tardini: “Riguardando la partita si è parlato molto del fatto che in settimana avessero giocato in Europa League e quindi non fossero al 100% della condizione, quindi qualche merito ai miei ragazzi è stato tolto; credo che abbiamo fatto una partita di determinazione, di concentrazione, si è concesso poco ad una squadra forte come la Roma, ma anche una gara di qualità perchè per mettere in difficoltà una squadra forte come la Roma vuol dire che bisogna andare in campo sapendo cosa c’è da fare e farlo nel migliore dei modi, con la massima qualità. Per cercare di fare risultato questo dovrà ripetersi, anche perchè dal punto di vista fisico e mentale troveremo una squadra diversa“.

Infine un commento sul girone di andata: “Per quello che hanno fatto i ragazzi avrei dato un voto superiore all’8, per tutte le difficoltà e le assenze di questo girone d’andata, ma parlo per i meriti dei ragazzi e non dell’allenatore, perchè anche il miglior allenatore al mondo ha portato a casa dei risultati avendo a disposizione della materia prima importante a livello di calciatori”.

(Foto Getty Images)

www.parmacalcio1913.com



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: