Serie A TIM

FONSECA: "DOBBIAMO SEMPRE MANTENERE LA NOSTRA IDENTITÀ"

“Abbiamo fatto un bel primo tempo. Poi per 15, 20 minuti, non siamo stati la stessa squadra. E dopo abbiamo ricominciato a esserlo”. Fonseca ha commentato così il pareggio con l’Inter allo Stadio Olimpico.

Ecco quali sono state le parole dell’allenatore giallorosso.

Si può essere grandi anche dopo aver recuperato il risultato in questa maniera?

“Per me è difficile commentare questa partita, perché penso che abbiamo fatto un bel primo tempo e nei primi 15 minuti del secondo non siamo stati la stessa squadra. Quando poi l’Inter ha segnato il secondo gol, siamo tornati a esserlo, giocando vicino all’area interista. Quei 15, 20 minuti della ripresa sono stati fatali”.

La spiegazione non è fisica.

“Non è fisica perché abbiamo finito la partita giocando come avevamo fatto”.

Il cambio di Cristante potrebbe avere dato più fisicità e di verticalità?

“Bryan è entrato molto bene, è stato decisivo. La verità è che per noi nel primo momento di pressione è importante avere Veretout. Ma dopo Bryan è entrato molto bene”.

In quei 15, 20 minuti sembravate aver perso tutte quelle distanze del primo tempo.

“L’Inter ha iniziato il secondo tempo abbassando Brozovic e Vidal allo stesso tempo e noi abbiamo perso la capacità di pressare. Brozovic e Vidal hanno giocato solo in quel momento e la squadra ha perso aggressività, abbassandosi. Giocando così, è difficile affrontare una squadra come l’Inter, quando non abbiamo la capacità di pressare”.

Sul mercato cercherete dei centrocampisti incontristi?

“L’obiettivo non è quello di prendere un mediano. Villar è in un ottimo momento e ci sono Veretout, Cristante, Diawara e Pellegrini che possono giocare lì”.

Quanto vi può dare il finale di questa partita? È un passo avanti?

“Contro squadre come l’Inter, dobbiamo capire che dobbiamo mantenere la nostra aggressività, la nostra identità, in tutti i momenti. Perché non si può sbagliare contro squadre di questa qualità”.

Questo risultato vi dà una spinta in più per il Derby?

“Sarà un’altra partita da preparare, sarà difficile, la Lazio è una grande squadra. Dobbiamo pensare a capire cosa migliorare, a quello che dobbiamo mantenere per tutta la gara per fare un buon Derby”.

(Foto Getty Images)

www.asroma.com



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: