Serie A TIM

GARCIA: "RAGAZZI FORTISSIMI TATTICAMENTE E MENTALMENTE"

È un Rudi Garcia molto soddisfatto quello che ha parlato ai media al termine della vittoria contro la Fiorentina: “I ragazzi mentalmente e tatticamente sono stati fortissimi. Questa è una partita che conterà molto sul piano difensivo: ci darà fiducia. Tempo fa eravamo tutti scarsi, oggi non possiamo essere i favoriti, proseguiamo così la nostra strada”.

È una sorpresa vedere questa classifica?
“Eravamo venuti a Firenze per questo, per prenderci il primo posto, ma anche per giocare con l’atteggiamento giusto. Ho visto una Roma a due volti: quella che fino al gol pressa alta e quella che dopo il vantaggio si abbassa e parte in contropiede. Tutto questo è stato messo in pratica molto bene. È una partita che dà fiducia sul piano difensivo, perché abbiamo sofferto poco al di là dei tiri da fuori sui quali Szczesny ha fatto bene. Sono contento: tatticamente e mentalmente i ragazzi oggi sono stati fortissimi”.

Non siete mai andati in sofferenza: la differenza rispetto alle ultime partite c’è stata nella gestione del risultato?
“Sì e per questo dico che questa è una partita che conterà molto sul piano difensivo. Ovviamente serviva che i due esterni, Gervinho e Salah, si sacrificassero sul piano difensivo, ma nonostante ciò hanno avuto la possibilità di colpire”.

Gervinho e Salah sono riusciti a giocare in armonia con la squadra: questa è una vittoria dell’allenatore?
“Dopo l’Empoli avevo sottolineato l’ottimo studio dell’avversario e anche questa sera lo confermo: Beccaccioli e Bompard mi hanno dato le chiavi per affrontare la Fiorentina, una squadra che ha una bella identità di gioco e lo abbiamo letto bene nei due modi che ho detto. Certo, questa sera il nostro primato nelle statistiche relative al possesso palla soffrirà un po’, ma questa squadra deve prendere consapevolezza, sempre con umiltà, che è in grado di fare tutto”.

De Rossi come sta? Ce la farà contro l’Inter?
“Penso di sì, ha subito un colpo contro l’Empoli e ha stretto i denti contro il Leverkusen. Questa sera stava bene, ma a fine primo tempo stava rischiando troppo ed è stato meglio farlo uscire. Mercoledì è squalificato e avrà un turno di riposo: peccato per la squadra ma bene per lui”.

Chi è la favorita per il campionato?
“Non la Roma, non molto tempo fa eravamo tutti scarsi: dai giocatori all’allenatore, passando per il Direttore sportivo. Ora non possiamo diventare favoriti solo perché siamo primi. Noi proseguiamo per la nostra strada e al momento siamo a primi a un quarto di campionato. Ovviamente non ho bisogno di tenere i miei giocatori con i piedi per terra. Complimenti ai nostri tifosi che erano qua e l’appello è che ne abbiamo bisogno anche all’Olimpico perché non possiamo raggiungere grandi traguardi senza di loro. Noi ci crediamo, se siamo tutti insieme, con tutta l’umiltà: la strada è ancora lunga”.

(Foto LaPresse)

www.asroma.it



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: