Serie A TIM

GIAMPAOLO: "REAGIAMO A TESTA ALTA"

Mercoledì di vigilia a Milanello. A pochi giorni dal Derby i rossoneri torneranno in campo e avranno la possibilità di reagire immediatamente in campionato. Dopo aver diramato la lista dei convocati, Mister Giampaolo si è presentato in conferenza stampa prima della trasferta di Torino. Queste le sue parole, trasmesse in diretta su AC Milan Official App, Facebook e Milan TV, in vista del posticipo della quinta giornata di Serie A:

SU TORINO-MILAN
"Il Torino è una squadra ostica, forte fisicamente e con buone individualità. Sarà una gara scorbutica, ma a prescindere noi dovremo andare là e pensare a noi stessi, giocando al massimo. Le mie scelte saranno fatte in funzione dell'avversario e della gara, non penso ai diversi impegni ravvicinati".

TIFOSI E SQUADRA
"Posso immaginare la delusione dei tifosi dopo il Derby. Nel Derby ci siamo persi qualche dettaglio, ma tante piccole cose le abbiamo fatte bene. Non è tutto da buttare. Abbiamo il dovere di rialzarci e continuare sulla nostra strada. La squadra sta lavorando bene, ha messo già da parte il doloroso ko. Finora, dal punto di vista dell'impegno, non ho nulla da rimproverare ai miei giocatori. Dobbiamo reagire a testa alta, con attenzione e determinazione. So dove dobbiamo migliorare, a partire dalla prestazione: siamo al lavoro per essere più forti, convincenti e padroni della gara. Conosciamo i problemi e lavoriamo sulle soluzioni. Dobbiamo migliorare nel palleggio e nel legare il gioco, diminuendo gli errori nei passaggi. Dobbiamo giocare con più intensità".

L'ATTACCO
"Dobbiamo migliorare in attacco. Io lavoro per far rendere al massimo i miei giocatori, devo avere le capacità e l'intelligenza per mettere insieme al meglio tutte le caratteristiche offensive dei miei giocatori. Dobbiamo ancora trovare la quadra, ma la troveremo. Dobbiamo imparare a giocare di più nella metà campo avversaria, anche da questo passerà il tirare di più in porta. Non so dove arriveremo a fine campionato, dipenderà dalla nostra crescita. Ho fiducia nel miglioramento della squadra, ho fiducia nel tempo. Il tempo sarà il mio miglior amico e nemico. Non parlo di obiettivi, adesso non ha senso".

LA SOCIETÀ
"La società è presente quotidianamente in ogni allenamento, e in ogni allenamento c'è sempre la possibilità di scambiarci opinioni e idee. Niente di particolare, abbiamo delle normalissime discussioni. Non penso mai all'essere a rischio o meno, penso solo a fare bene il mio lavoro".

I SINGOLI
"Piątek non è un caso ma dobbiamo metterlo in condizioni migliori di giocare e fare gol. Suso nel Derby è partito in una posizione precisa ma dopo un quarto d'ora è tornato sulla sua mattonella largo a sinistra, a me piace sia in mezzo che esterno. Se giocheranno Bennacer ed Hernández? O loro oppure Biglia e Rodríguez. Bonaventura sta molto meglio, domani potrebbe ritagliarsi anche dello spazio. Jack può giocare ovunque, a centrocampo come in attacco".

(Foto Getty Images)

www.acmilan.com



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: