Serie A TIM

MIHAJLOVIC: "RESTIAMO CON I PIEDI PER TERRA"

Queste le dichiarazioni di mister Mihajlovic in esclusiva a Milan Channel, alla vigilia della sfida contro l'Atalanta:

"Le cene le ho sempre organizzate, per dimostrare importanza per tutte le persone dello staff che ci aiutano a rendere al massimo. Se siamo uniti possiamo fare bene, se ognuno va per conto suo meno".

"4-4-2? Vediamo. Prima recuperiamo i giocatori e poi decidiamo. Con il 4-3-3 stiamo facendo bene. Nella storia e nel dna del Milan si gioca con due punte. Non ci fasciamo la testa. Per adesso andiamo avanti così, poi ci penseremo. A me la pressione mi piace. Ho lasciato la panchina della nazionale serba per questo. Più pressioni ci sono, meglio è. Anche da calciatore era così. Non soffro le pressioni. Solo così riesco a rendere al meglio. Non mi piace una vita piatta. Preferisco sia un po' più movimentata".

"Ora ci sono meno critiche e più applausi, ma serve più equilibrio nei giudizi. Non eravamo scarsi prima, non siamo fenomeni adesso. Questi risultati non arrivano dal nulla, bensì dal lavoro quotidiano in cui crediamo molto. Dobbiamo restare umili con i piedi per terra. L'equilibrio è fondamentale. Le parole di Sacchi dopo la gara con la Lazio mi hanno fatto piacere. A me ed alla squadra. Poi ripeto, bisogna essere equilibrati nel dire le cose. La formazione? Vediamo. Sicuramente Alex e Bertolacci non sono recuperabili, Bonaventura squalificato. Tutti gli altri sono disponibili, ci sarà da valutare Montolivo oggi, dopo l'allenamento di ieri".

(Foto LaPresse)

www.acmilan.com



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: