Serie A TIM

PRANDELLI: "UN PUNTO MOLTO IMPORTANTE"

Cesare Prandelli, tecnico dei rossoblù, ha parlato in conferenza stampa al temine del match tra Genoa e Sassuolo (1-1)

"Abbiamo avuto qualche difficoltà ma è normale quando hai un nuovo sistema di gioco che hai provato per poco tempo - ha spiegato mister Prandelli -, soprattutto dovevamo stare più alti con gli esterni. Senza dimenticare che di fronte avevamo una delle migliori squadre in Italia quando si tratta di palleggiare e sa costruire molto bene dal basso, oltre al fatto che schiera un centrocampo con gli interni che attaccano molto bene". È mancato soprattutto il coraggio e Prandelli ne spiega la ragione. "Il coraggio viene quando hai sicurezza e noi l'abbiamo avuto nel secondo tempo quando abbiamo cambiato optando per lo stesso sistema di gioco visto nella ripresa di Empoli. A quel punto siamo stati bravi e capaci nel conquistare più campo soprattutto nella fase centrale anche con qualche opportunità. Ci abbiamo creduto di più e alla fine abbiamo ottenuto un punto molto importante". Un Genoa che ha bisogno di tempo per assimilare i nuovi dettami tattici. "Il sistema di gioco lo puoi avere in testa e lo puoi provare ma è come un abito che vedi in vetrina, bello quanto vuoi ma poi se lo metti ed è scomodo non va bene. Per questo dobbiamo cercare di valorizzare quello che abbiamo". Tra le novità gli esordi di Radovanovic, Lerager e la prima di Sanabria davanti al proprio pubblico. "Lerager è un giocatore che ha attitudine nell'accorciare e si è inserito bene. Radovanovic l'abbiamo scelto per le sue caratteristiche. Entrambi sono arrivati da pochi giorni e anche gli altri giocatori devono capire le coro caratteristiche. Sanabria? Sappiamo che in area di rigore è un giocatore molto interessante, ora dobbiamo cercare di coinvolgerlo molto di più anche nella manovra perché può far giocare bene la squadra". 

(Foto Getty Images)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: