Serie A TIM

ZAPPACOSTA: “NON HO AVUTO NESSUN DUBBIO A SCEGLIERE LA ROMA”

Dopo il suo arrivo nella Capitale e la firma del contratto con la Roma, Davide Zappacosta si è presentato ai media in conferenza stampa. 

Sull'esperienza inglese: “Mi sento molto maturato a livello umano e caratteriale, è stata un’esperienza che mi ha dato tanto. Non è facile andare a giocare fuori dall’Italia, con cultura e lingue diverse, in un campionato opposto rispetto a quello italiano. Sicuramente è stata un’esperienza che mi ha aiutato tanto, ho attraversato momenti difficili ma ho guadagnato tanto sia a livello umano sia a livello calcistico”.

Domenica la Roma farà il suo esordio in campionato sfidando all'Olimpico il Genoa: “Oggi ho fato il primo allenamento con la squadra, io sto bene: ci siamo allenati ad alta intensità e al Chelsea facevamo più o meno gli lo stesso lavoro intenso. A livello fisico mi sento bene, non giocando da tanto tempo devo riprendere il ritmo partita, ma fisicamente sto bene e sono sicuro che con gli allenamenti intensi che ci fa fare il mister non avrò problemi a rimettermi in forma il più presto possibile”.

Sulle motivazioni che lo hanno spinto a scegliere la Roma: “Prima di tutto la voglia di ripartire. La Roma è sempre stata una grande squadra, un grande club: il motivo principale è stato quello. Voglio iniziare un percorso importante con la Roma da subito. Dobbiamo pensare partita per partita, la Serie A TIM è un campionato difficile e così facendo potremo toglierci grandi soddisfazioni”.

Sui suoi obiettivi e suoi colloqui avuti con gli ex giallorossi presenti al Chelsea: “Ho parlato con Emerson e Rudiger. Mi hanno entrambi detto che è una piazza unica, che il tifo è in grado di trascinarti partita dopo partita, che qui mi sarei divertito a giocare perché c’è un gruppo fantastico. Sono contento perché ho subito riscontrato quello che mi hanno detto. Ho avuto la fortuna di vincere l’Europa League con il Chelsea, ma noi dobbiamo pensare partita dopo partita e faremo di tutto per arrivare in fondo a ogni competizione. È l’obiettivo di ogni società che partecipa alle competizioni, noi ce la metteremo tutta. L’importante è non porsi troppo traguardi”.

Sulle differenze tra la Serie A TIM e la Premier League: “Io penso che la Serie A TIM si stia avvicinando molto alla Premier League, credo sia cresciuta molto e l’ho seguita tanto in questi due anni. C’è ancora differenza dal punto di vista atletico, non tanto dal punto di vista tecnico. Sono convinto che si avvicinerà sempre di più”.

Su Fonseca: “Oggi mi sono allenato con la squadra e ho visto che il mister ha le idee molto chiare, non sarà molto difficile capire il gioco che chiede alla squadra. Sono concetti chiari ma semplici, e questa è la cosa più importante: quando sai cosa fare in campo è tutto più semplice. Il suo modo di giocare è molto semplice e diretto”.

Su Florenzi, con cui condivide lo stesso procuratore: “Prima di arrivare, per correttezza, il mio procuratore ha parlato con Alessandro. Lui gli ha dato una risposta bellissima, dicendo che era contentissimo e che i giocatori che migliorano la rosa sono sempre i benvenuti: io per questo l’ho ringraziato subito dopo. Lui è il capitano della squadra ed è un grande giocatore. Una sana concorrenza fa sempre bene sia al singolo sia al gruppo. Sono contento di essere arrivato qui e di giocare nel suo stesso ruolo. Sono convinto che entrambi posiamo dare tanto a questa maglia e non ci sarà alcun problema”.

Sul gruppo e sul rinnovo di Edin Dzeko: “Ho trovato uno spogliatoio molto compatto e unito. Sicuramente il rinnovo di Dzeko è importante, perché è uno degli attaccanti migliori al mondo e penso che possa dare anto a questa squadra. Ho trovato un gruppo fantastico, giovane e molto compatto. Sono molto contento di farne parte”.

(Foto AS Roma)

www.asroma.com



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: