Serie A TIM

BALLARDINI: "LA SALVEZZA? UN CAPOLAVORO"

"E' stato un capolavoro". Davide Ballardini non usa giri di parole per esprimere la propria soddisfazione per aver centrato la salvezza con il Palermo.

"Considerando tutto quello che è successo, le difficoltà, per me questo è un risultato che difficilmente si ripeterà. Quando sono ritornato è stato tutto molto chiaro, tutti si remava dalla stessa parte, lì ho capito che potevamo farcela. Tutto chiarito con Sorrentino? Ma certamente sì, la prima cosa che ho chiesto quando Zamparini mi ha chiamato è stata questa, tenere in squadra giocatori che prima, per un motivo o per un altro, non erano stati messi nelle condizioni migliori. Maresca è stato straordinario, per la persona che è, per l'esperienza, per lo spessore del giocatore. E' stato fondamentale per questa squadra".

Facendo un passo indietro, Ballardini ricorda che al suo arrivo al posto di Iachini a novembre "la squadra non era una squadra. La prima volta che sono entrato c'erano dei malumori, la squadra non si esprimeva bene ma i punti li aveva fatti. Non c'era quindi la convinzione di fare un lavoro assieme, non c'era per tanti motivi. Quando sono tornato invece si è capito subito che le cose sono cambiate, tutti tiravamo dalla stessa parte e certe incomprensioni sono state chiarite, siamo stati messi nelle condizioni per lavorare. Ho chiesto di avere a disposizione tutti, a partire da Sorrentino, Maresca e tutti quelli che per un motivo o per un altro non avevo utilizzato al meglio. Tutti erano molto convinti di correre assieme".

(Foto LaPresse)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: