Serie A TIM

IL CHIEVOVERONA PRESENTA "CUORECHIEVO ONLUS"

Ieri mattina in Provincia è stato presentato, nel corso di una conferenza stampa, il nuovo binomio ufficiale che legherà il ChievoVerona a "CuoreChievo Onlus" per tutte le attività sociali intraprese e promosse dalla società del Presidente Luca Campedelli. L'occasione è stata utile anche per presentare il progetto rivolto all'associazione A.NA.VI. (associazione Nascere per vivere), che assiste le famiglie dei bambini con patologie dal neonatale a tutta l'età pediatrica. Il ChievoVerona ha voluto dare inizio a questo progetto versando la somma di 10 mila euro, ricavati dalla vendita dei biglietti ai genitori dei bambini delle società affiliate presenti domenica per la partita ChievoVerona – Udinese.

IBAN "Il Chievo per A.NA.VI.": IT 45S0503411718000000000594

Luca Campedelli, Presidente A.C. ChievoVerona
"Con piacere annunciamo che CuoreChievo Onlus diventerà il nostro braccio per operare nel campo sociale. Il tempo ormai era maturo, abbiamo operato in passato tante volte con CuoreChievo e si sono dimostrati sempre all'altezza. Abbiamo voluto dare i crismi dell'ufficialità e far diventare a tutti gli effetti CuoreChievo il nostro partner per tutte le iniziative benefiche per non disperdere energie".

Antonio Pastorello, Presidente della Provincia di Verona
"Il ChievoVerona è un modello per tante squadre e tanti giovani, perché sia in campo sia fuori dal campo si comporta sempre in maniera corretta, leale e solidale. Sono contento che abbiano scelto la Sala Rossa della Provincia per presentare questo nuovo progetto sociale insieme a CuoreChievo Onlus. L'ennesima iniziativa della società del presidente Luca Campedelli verso chi ha bisogno di aiuto: l'arte dell'amare non è prendere ma dare".

Alessandro Cardi, Presidente CuoreChievo Onlus
"Mio cugino Luca quando parla del ChievoVerona lo fa sempre indicando come obiettivo la salvezza in Serie A. Ebbene io, invece, che ho l'onore di essere il presidente di CuoreChievo Onlus, voglio vincere lo scudetto per le iniziative sociali. Dobbiamo segnare tanti gol per l'associazione A.NA.VI. e io spronerò i miei collaboratori affinché formino un gruppo vero perché io voglio vincere lo scudetto".

Dario Dainelli, difensore A.C. ChievoVerona
"Di cose da fare ce ne sono davvero tante, dalla diagnosi all'assistenza economica, morale alle famiglie dei bambini, alle strutture e ai macchinari. Di conseguenza c'è tanto lavoro e il Chievo ha già dato un contributo economico. Anche noi come ragazzi della Prima squadra daremo un apporto economico e dal punto di vista della disponibilità per qualsiasi iniziativa che possa servire a questa causa".

Damiano Tommasi, Presidente AIC
"In questi casi è giusto dare voce a queste iniziative. Il ChievoVerona è una conferma in questo suo impegno sociale. La caratterizzazione dei suoi tifosi non solo allo stadio è quella di una tifoseria che sa vivere il calcio e sa essere sostenitrice di una squadra di Serie A nel modo più giusto. Spero che questa iniziativa che vede coinvolti i bambini e le problematiche che possono nascere nei reparti di pediatria possa essere un valore aggiunto per il ChievoVerona e per tutte le sue attività".​

Alberto Bozza, assessore comunale allo Sport
"Il ChievoVerona è un'eccellenza della nostra città. Con questa iniziativa il presidente Campedelli ancora una volta è riuscito a portare nella nostra città un bellissimo esempio di attività dentro e fuori dal campo. Dobbiamo essere orgogliosi quando i colori gialloblù trionfano e fanno conoscere la nostra città al di là di Verona".

Mauro Gherardi, Presidente A.NA.VI.
"L'obiettivo di quest'anno è l'acquisto di un'attrezzatura che si chiama "Carpe diem" e serve per la cura delle insufficienze renali pediatriche, per bambini molto piccoli in fasi post operatorie. Questo macchinario esegue il lavaggio del sangue extracorporeo per bambini che hanno necessità di trapianto, o per bambini che magari in fase di intervento cardio chirurgico in fase post operatoria soffrono di insufficienza renale. Ebbene questa attrezzatura li porta fino alla risoluzione dell'insufficienza renale".

www.chievoverona.it



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: