Serie A TIM

MISTER MAZZARRI ALLA VIGILIA DI CAGLIARI-HELLAS VERONA

Il Cagliari torna in campo sabato alle 15 contro l’Hellas Verona e Walter Mazzarri presenta nel consueto incontro con i media la sfida agli scaligeri di Igor Tudor. “Ci sono ancora 12 punti a disposizione, dobbiamo guardare a noi stessi e non agli altri o al calendario. Contro il Sassuolo abbiamo fatto una grande prestazione, bisogna partire da quella per affrontare al meglio la partita di domani”.

GRUPPO FORTE
“Personalmente sono molto carico, sono convinto che anche la squadra abbia la mia stessa fame, un sentimento che dovremo essere bravi a trasmettere alla nostra gente affinché ci spingano. Nandez? Non può essere al top, ha pochi allenamenti nelle gambe e potrò sfruttarlo per una porzione di partita. Vedo una squadra per nulla fragile, spesso non sono arrivati i punti che avremmo meritato: guardiamo avanti, dobbiamo chiudere al meglio un’annata complicata. La squadra è viva, domani dovrà esserlo ancora di più”.

LA FORZA DELLE PRESTAZIONI
“Abbiamo sbagliato una gara importante come quella di La Spezia, mentre quella di Udine è stata molto particolare. A Genova non meritavamo certo la sconfitta, arrivata per un gol rocambolesco, perché la squadra aveva comunque costruito buone azioni e creato i presupposti per spuntarla. Se guardo al nostro cammino vedo partite condotte con personalità e perse per episodi, anche all’ultimo, e per questo c’è rammarico. Siamo cresciuti nel tempo, siamo diventati una realtà, gli altri ci hanno studiato e imparato a limitare, talvolta con atteggiamento più guardingo. Adesso tocca a noi andare a prenderci ciò che vogliamo e meritiamo”.

PERICOLO DIFFIDE
“Non faccio ragionamenti su questo aspetto. Quando abbiamo ottenuto i migliori risultati eravamo in situazioni di difficoltà a livello numerico per infortuni o squalifiche. Questo vuol dire che la rosa è valida in tutti i suoi effettivi e in ogni ruolo, a patto che i ragazzi stiano bene a livello mentale e atletico. Durante la stagione ci sono mancati elementi fondamentali: stanno tornando al top, purtroppo siamo alla fine del cammino. Dobbiamo valorizzare le nostre risorse, avere più scelte è sicuramente un fattore di aiuto”.

NIENTE ALIBI
“Non ne ho mai dati alla squadra, lì nella zona calda siamo in tanti a giocarcela e ogni partita può determinare in un senso o nell’altro. Dobbiamo mantenere alta la fiducia e l’attenzione. Siamo in debito con la sorte, gli episodi parlano chiaro, per questo il Cagliari oggi merita più di altri di mantenere la categoria. Adesso dobbiamo pensare al prossimo impegno, una gara alla volta, e centrare l’obiettivo”.

(Foto LaPresse)

www.cagliaricalcio.com



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: